PROGRAMMA 

 

  

 

 

15APRILE MILANO/CASTIGLIONE0RE 07.00. Incontro con l’accompagnatore a 06.30 MARTESANA/06.45 LORETO/07.00 LOTTO  e partenza in pullman Gran Turismo in direzione CASTIGLIONE DELLA PESCAIA meravigliosa città sul mare, adagiata alle pendici del poggio sul quale è arroccato il suo centro storico medioevale. Pranzo libero e visita guidata della cittadina posta all’estremità nord occidentale della vasta Pineta del Tombolo, uno dei pochi borghi del litorale, tra le più esclusive mete turistiche del Tirreno. Per le grandi opere di bonifica del territorio e per l’importanza del suo porto tra il tardo Settecento e la metà dell’Ottocento, Castiglione della Pescaia fu definita la piccola Livorno. L’accostamento alla importante città toscana trova ancora riscontro nella vivacità del suo porto e dei quartieri moderni affacciati sul mare ai quali si contrappone la tranquillità del suo centro storico, ancora cinto dalla cerchia di mura. Godere del tramonto sul suo lungomare regala un panorama unico dominato dai profili delle isole dell’arcipelago toscano e dell’Argentario. Partenza per Grosseto, arrivo in hotel, cena e pernottamento.  

16 aprile : ISOLA DEL GIGLIO: Prima colazione in hotel. Trasferimento a Porto Santo Stefano ed imbarco sul traghetto per l’Isola del Giglio, la seconda isola per grandezza dell’Arcipelago Toscano (durata navigazione: 1 ora). Sbarco a Giglio Porto, antico borgo di pescatori sulla costa orientale. Incontro con la guida locale per un tour dell’isola in pullman con soste a Giglio Castello, il principale centro dell’isola, arroccato su di una collina e circondato da antiche mura risalenti all’epoca della dominazione pisana e Giglio Campese che si distende in una splendida insenatura. Pranzo in ristorante tipico e rientro a Giglio Porto. Tempo a disposizione per passeggiata e per lo shopping nei negozietti del centro storico. Nel tardo pomeriggio imbarco sul traghetto e ritorno sulla terraferma. Passeggiata con guida per le vie del centro storico di Grosseto. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

             

17 aprile: ARGENTARIO Prima colazione in hotel. Partenza per l’Argentario, un promontorio noto per la sua bellezza e il mare cristallino. Dapprima visita di Porto Ercole: Forte Filippo, Forte Santa Caterina, Forte Stella e la Rocca dominano dall’alto il porto naturale di Porto Ercole, la cui fondazione risale all’epoca fenicia. Le fortezze spagnole, risalenti al XVI secolo, rappresentano un interessante esempio di architettura militare. Il tour prosegue con la visita di Porto Santo Stefano, principale centro dell’Argentario e vivace località estiva. Proseguimento di visita nella Penisola di Orbetello, borgo di pescatori che si affaccia sull’omonima laguna dove si trova anche un’importante Oasi del WWF. L’oasi protegge ben 300 ettari di laguna salmastra dove durante l’anno si concentrano migliaia di uccelli di varie specie. Rientro in hotel e Speciale Pranzo Paquale. Nel pomeriggio passeggiata panoramica in bus con guida al PARCO DELL’UCCELLINA vasto oltre 10.000 ha e si estende sul tratto costiero tirrenico da Principina a Mare a Talamone con un susseguirsi di diversi ambienti naturalistici, dai monti dell’Uccellina, alla pineta della Marina di Alberese, alla foce del fiume Ombrone e alle Paludi della Trappola. Arrivo a TALAMONE  borgo arroccato su un promontorio roccioso che domina l’omonimo golfo. La strada costeggia per un lungo tratto il Parco Regionale della Maremma, autentico paradiso naturale dove alla ricca flora si unisce uno straordinario patrimonio faunistico costituito da zone umide, foreste, aree agricole, zone rocciose e dune, dove vivono, tra gli altri, tassi, istrici, cinghiali, volpi, lepri e ricci. Imperdibile una tappa nel parco per chi ama la natura. Circondato dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea e da ampie spiagge sabbiose, Talamone è una balconata sull’Argentario e sull’isola del Giglio. Cuore della Costa d’Argento, Talamone merita una visita anche per le splendide viste sul mare e per la sua scogliera, panorami mozzafiato che si susseguono durante la salita alla volta della Rocca aldobrandesca, l’imponente fortezza costruita verso la metà del XIII secolo, che domina l’abitato.  Rientro in hotel, cena e pernottamento.

18 aprile:  LE CITTA’ DI TUFO Prima colazione in hotel. La giornata è dedicata alla visita delle cosidette Città del Tufo, una delle aree più affascinanti della Maremma dove la natura e l'uomo hanno plasmato un paesaggio da fiaba, frutto della sintesi tra ambiente naturale e monumenti di epoca etrusca e medievaleDapprima passeggiata  attraverso le Vie Cave, chiamate anche “tagliate”, affascinanti percorsi viari scavati a cielo aperto nelle colline di tufo, alte anche più di venti metri, per raggiungere la necropoli etrusca di Sovana di cui fa parte la famosa Tomba Ildebranda, tra i più importanti monumenti dell’Etruria, risalente al III-II sec. a.C. La tomba è intagliata direttamente nella roccia tufacea su tre lati ed è costruita senza aggiunta di parti esterne. Tutto il monumento era ricoperto da stucchi policromi secondo l'arte decorativa etrusca che amava i colori sgargianti; il suo fascino è ancora notevole nonostante. Pranzo di Pasquetta  in ristorante tipico. Con il pullman si arriva a San Quirico e da qui, a piedi, attraverso un percorso di grande fascino e di grande valenza ambientale, si raggiunge uno degli insediamenti rupestri più vasti ed importanti d'Italia. Oltre ad essere caratterizzata dai resti di numerose fortificazioni e chiese, Vitozza si compone di oltre 200 grotte scavate nel tufo  fin dalle epoche più remote e utilizzate come abitazioni, stalle e annessi. Gli ambienti, oggi abbandonati, conservano ancora le tracce del loro utilizzo; sono presenti cisterne per la raccolta dell'acqua piovana, pozzi da butto, nicchie, fori e cordoli per il posizionamento di giacigli e pestarole. Particolarmente suggestivi sono alcuni ambienti caratterizzati dalla presenza di numerose e piccole nicchie scavate nelle pareti i cosiddetti colombari. Questi ambienti sono stati a lungo ritenuti monumenti funerari di epoca romana ma recentemente, grazie alle descrizioni particolareggiate degli studiosi antichi, è prevalsa l'ipotesi che si tratti di ambienti scavati in epoca medievale per l'allevamento dei colombi e dei piccioni.  Rientro in hotel. Cena e pernottamento.


19 aprile: Prima colazione in hotel. Partenza per AREZZO per visita guidata del più grande mosaico che esista d’Europa  all’interno della chiesa dello Spirito Santo. L’artista Andreina Giorgia Carpenito è l’autrice di questa splendida opera d’arte, che prende il nome di La Visione di Ezechiele. Insieme a lei, più di mille artisti provenienti da ogni parte del mondo hanno partecipato alla creazione di questo meraviglioso capolavoro. Si tratta di un’opera che già in passato aveva ottenuto il titolo di mosaico più grande d’Europa. Al termine della visita del mosaico partenza per  Grosseto. Cena e pernottamento in hotel.     

                

Quota per persona: 720 euro suppl. singola: 150 euro –

assicurazione speciale obbligatoria anticovid e annullamento inclusa-

ACCONTO EURO 300,00 X ISCRIZIONE-SALDO ENTRO IL15 MARZO 2022

LA QUOTA COMPRENDE: VIAGGIO IN PULLMAN GRANTURISMO, 04 PERNOTTAMENTI IN HOTEL la PRINCIPINA4* + 4 CENE BEVANDE INCLUSE – un pranzo di PASQUETTA in ristorante tipico con bevande - UN PRANZO PASQUALE in hotel con bevande -  traghetto ed escursione ISOLA DEL GIGLIO - VISITE ED INGRESSI COME DA PROGRAMMA,  RADIOGUIDE, ACCOMPAGNATORE DA MILANO- Assicurazione Medico/Bagaglio/Annullamento.

LA QUOTA NON COMPRENDE:mance, pasti, bevande e ingressi non indicate, e quanto non  indicato. I

n caso di cancellazione entro 3 giorni lavorativi: franchigia 20% oltre 3 giorni lavorativi: 30%  

IBAN: IT66I0200801633000102311303 BENEFICIARIO: TRAVELsrl

PER INFO  ELEONORA LANDI cell. 3284292203 – email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.